lunedì, Aprile 22, 2024
spot_img
HomeAttualitàPresa di posizione del Presidente contro i No Vax

Presa di posizione del Presidente contro i No Vax

una posizione senza SE e senza MA

Di Furio Capozzi

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in un intervento alla cerimonia di consegna delle onoreficenze dell’ Ordine al Merito del Lavoro, ai cavalieri nominati il 2 Giugno 2021 e 2020, in cerimonie che, per l’emergenza di ordine pubblico, erano state rinviate, ha fatto alcune dichiarazioni sulla questione NO VAX, dichiarazioni che rappresentano un messaggio serio ed equilibrato, da parte di un personaggio pubblico che rappresenta le istituzioni e che non ha bisogno di fare l’occhiolino agli estremisti di qualsiasi parte, per scopi elettorali : “Non possono prevalere i pochi che vogliono, rumorosamente, imporre le loro teorie antiscientifiche, che danno sfogo, talvolta, ad una violenza insensata, persino con la devastazione dei centri in cui i nostri concittadini si recano per essere vaccinati e sfuggire al pericolo del virus”, ha detto questo con un evidente riferimento alle violenze ed agli abusi che si sono visti nelle piazze nelle ultime settimane, con il culmine della violenza nella devastazione della sede della CGIL,in una protesta contro il green pass nei luoghi di lavoro, per la quale azione, alcuni manifestanti sono attualmente detenuti.

“La ripartenza è una strada nuova. Dobbiamo percorrerla con determinazione e con speranza. Come è accaduto in altri momenti della nostra storia, quando nel dopoguerra la ricostruzione è cominciata dalle macerie, quando un nuovo modello sociale, più capace di benessere, di opportunità e diritti, è scaturito dal concorso di forze e di persone che quel benessere non l’avevano mai conosciuto”.

“Gli italiani hanno dimostrato serietà e senso della comunità ed è grazie a loro se registriamo una crescita incoraggiante. La ricerca e i vaccini ci hanno ridato spazi di libertà e la possibilità di riprendere in mano le nostre vite”, ha dichiarato il Presidente della Repubblica

“L’alleanza tra generazioni, che questa cerimonia simboleggia, è una condizione per uscire dallo stallo che il Paese ha vissuto”, ed ancora. “Sono proprio i cambiamenti profondi intervenuti nella società – demografici, culturali, persino antropologici – a imporci di sanare, bene e in tempi rapidi -ha dichiarato il Capo dello Stato – quelle fratture che rischiano di farci di arretrare, di disperdere le forze, di impoverire il capitale più prezioso che abbiamo, quello umano. La marginalità di parte del mondo giovanile è sempre stata ragione di indebolimento delle società e delle economie. In una stagione di innovazione così accelerata, come quella attuale, sarebbe una menomazione ancor più insopportabile. Non dobbiamo permetterlo”.

Insomma, una dichiarazione equilibrata che serve a rasserenare gli animi e a raffreddare qualli che pensano di sopraffare gli altri con metodi estraneai al confronto democratico. Ricordiamo ad esempio che proprio in molte di queste manifestazioni sono stati attaccati tra gli altri i giornalisti, in quanto queste fazioni estremiste rifiutano la cronaca che non sia edulcorata dalla loro ideologia antiscientifica.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments