lunedì, Aprile 22, 2024
spot_img
HomeAttualitàI bla bla della pulce Greta

I bla bla della pulce Greta

Utopia o un sogno futuribile?

C’era una volta una pulce che viveva su un cane. Si era trovata sulla schiena per caso ma poi come succede spesso si era abituata. Tutte le mattine si svegliava faceva colazione con qualche goccia di sangue succhiato e poi passeggiava liberamente sulla groppa del quadrupede ignaro. La pulce faceva la sua vita beata ormai da tanto tempo, il sangue era caldo e abbondante quindi la sua vita scorreva serena. L’unica cosa che la turbava un pochino era il fatto che il cane avesse molti peli sulla pelle, davano fastidio e non permettevano di succhiare il sangue dappertutto!Un giorno la piccola Pulce sentì che esistevano cani senza peli. C’erano cani con la pelle liscia senza quei brutti peli che impedivano la libertà di succhiare il sangue. La pulce allora comincio a fantasticare un grande cane senza peli dove poter succhiare il sangue in ogni angolo della schiena. Cominciò ad andarsene per tutta la schiena parlando di questo meraviglioso cane senza pelo convincendo così anche le altre pulci a tagliare tutti i peli del cane.Le pulci tutte insieme si misero di buona lena con delle piccole seghe che avevano trovato a tagliare i peli del cane. Taglia oggi e taglia domani il cane si ritrovò glabro.purtroppo arrivò l’inverno e com’era prevedibile il cane si ammalò di influenza e mori’.
Le pulci come immaginerete morirono tutte insieme al cane.
La dolce Greta, piccola pulce in un mondo che non capisce vorrebbe tanto un cane senza peli. Un mondo pulito con fiori al posto del cemento un mondo senza autostrade ma solo con prati….
E così la nostra dolce pulce Greta un giorno convinse tutte le altre pulci a farla finita con questo inquinamento, basta bruciare gas, basta utilizzare il petrolio, la plastica è antica. Basta con le parole bisognava passare ai fatti. Come d’incanto tutte le pulci seguirono Greta ed il risultato fu meraviglioso niente più elettricità niente più plastica niente più inquinamento. Quando la pulce Greta vide questo gran risultato volle immediatamente radunare a sé tutte le pulci per festeggiare il risultato della fine di tutte le cose brutte contro le quali si era battuta. andò immediatamente sui social, per indire grande raduno; ma non esistevano più i social e noi esisteva più Internet senza elettricità. Decise all’ora di ricorrere ai mezzi tradizionali per festeggiare l’accadimento meraviglioso, quindi volle fare un comizio. Salì sul palco che non esisteva più perché nessuno l’aveva trasportato, accese un microfono che nessuno poteva far funzionare senza elettricità. E parlo ad una massa di persone che non c’erano più perché non avevano mezzi per raggiungere il posto.
Povera pulce Greta, da lontano potevi vederla sola nel suo campo di erba con i fiorellini che continuava con il suo Bla Bla Bla Bla Bla Bla…

Articolo di Ermannomaria Capozzi

foto di Sonia Mertens

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments