lunedì, Maggio 29, 2023
spot_img
HomeAttualitàEditoriale del direttore sulla fondazione del giornale

Editoriale del direttore sulla fondazione del giornale

in occasione della fondazione del giornale Atena Press

Ogni volta che leggiamo numero 1  si materializza subitol’idea di un progetto. 

Un progetto che, nei pensieri dell’Editore e del Direttore, èalimentato dalla speranza e dall’impegno che possa trovare fortuna nel tempo.

Anche Atena non si sottrae a tutto questo sin dalla scelta del nome.
La dea che secondo il mito e la sua iconografia è descritta come dea della sapienza, delle arti e della strategia, ma anche della giustizia.

Abbiamo pensato che Atena  potesse esprimere il comune denominatore tra le varie anime che si spera vorrannopartecipare alla redazione del giornale: la voglia di conoscere e approfondire.

L’obiettivo, certo ambizioso, è quello di voler informare e riflettere sulle notizie alimentando uno scambio continuo tra idee, eventi, pensieri e documenti provocando e sfruttando le contaminazioni reciproche per offrire una chiave interpretativa multidisciplinare.

Il nostro sottotitolo vuole testimoniare e ricordarci l’obiettivo: creare uno spazio di incontro per ospitare una riflessione che, partendo dall’attualità, possa interrogarsi sulle questioni più discusse nel campo della società civile, dell’innovazione,dell’arte e della cultura.

L’idea, quindi, è anche quella di seguire la tradizione della terza pagina.

Atena è prima di tutto un giornale cartaceo e mensile. Cartaceo per il piacere che non tramonta mai di poter avere tra le mani un giornale che ci possa accompagnare durante un viaggio, un incontro anche solo per rappresentare un punto di partenza. Mensile perché, pur partendo dall’attualità, serve

tempo per verificare, documentarsi e riflettere sulle notizie approfondendone i legami e i possibili sviluppi e, soprattutto, per confrontarsi. 

Tuttavia, non intendiamo rinunciare agli indiscutibili vantaggi della società dell’informazione.

Atena potrà contare sul supporto del sito web sempre aggiornato e dei canali social: attraverso questi strumenti daremo conto del flusso continuo degli eventi e delle notizie e raggiungeremo quanti più Lettori sarà possibile.

Ma chi sono i Lettori che vorremmo raggiungere? Sono tutti quelli che avranno la voglia e il piacere di leggere il giornale e di condividerne lo spirito che lo anima e i risultati, sempre parziali, di cui daremo conto. Saranno, però anche quelli, speriamo tanti, che vorranno condividere le loro conoscenze e il loro sapere con la Redazione aiutando a scoprire percorsi che altrimenti resterebbero nascosti.

Siamo convinti che soltanto il dialogo continuo tra le persone che mettono in comune le loro risorse può consentire di raggiungere i migliori risultanti in termini di conoscenza fruibile poi a tutti.

E per far questo valorizzeremo sempre un metodo per noi preziosissimo: le contaminazioni tra persone, culture e formazioni diverse come presupposto per il dialogo e per l’approdo verso nuove idee e nuovi progetti che dalla multidisciplinarietà potranno trovare spunti altrimentiimpensabili.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments

Stefano Maccarelli on Dolby Atmos
Piero Errante on Rappresaglia di sangue
Piero Errante on Rappresaglia di sangue