lunedì, Aprile 22, 2024
spot_img
HomeArte e CulturaTrova l'intruso Zalone

Trova l’intruso Zalone

La partecipazione del comico a Sanremo

di Ermannomaria Capozzi

In un Festival che aveva preso quota di apertura mentale con la presenza libera di Drusilla si respirava finalmente una aria leggera. In tutti gli interventi dei coconduttori o dei conici che si sono alternati la costanza era una leggera brezza di ottimismo libertario del quale credo la nostra nazione abbia bisogno. L’italia in questo difficile momento di cambiamento economico e sociale ha bisogno si respirare quell’aria di apertura che ormai in Europa aleggia da tempo. Occorre aprirsi al mondo superando gli stereotipi sui quali si può e si deve ridere ma non si deve mai compiacersi. In questo contesto di brezza primaverile e leggera non avevamo bisogno dell’intervento di uno stantio Zalone. Potevamo fare a meno dell’ammuffita favola calabrese che si compiace degli stereotipi sessisti e razzisti basati su antiche differenze regionali. Zalone è scaduto senza ironia su concetti antichi sui quali è facile ridere. Mancava l ironia che lo ha contraddistinto nei sui pezzi precedenti. È risultato fuori contesto, antico, asincrono. In un mondo nel quale un gay pride si potrebbe ipotizzare a Vibo Valentia dove ormai il vento di modernità ha portato respiro, ci è sembrato che a soffocare fosse solo Checco.
Il canto del virologo poi ci è apparso stanco, triste ed anche un po’ villano. Vero è che il Checco nazionale ha sempre impersonato l’ignorante che si approccia ad un mondo moderno, ma calcare questo cliché senza ironia non funziona più.
Avremmo voluto leggerezza, ironia, libertà di pensiero che può far ridere molto di più della grettezza se gestita con intelligenza.
Caro Checco, facci ridere, portaci quel vento di leggera ironia, anzi leggerissima.

Autore Ermannomaria Capozzi

Articolo precedente
Articolo successivo
Atenapress
Atenapresshttps://atenapress.online
Testata autorizzata dal Tribunale di Roma Aut. 115/2021

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments