venerdì, Maggio 24, 2024
spot_img
HomeAttualitàNuovo decreto Covid varato ieri in CdM

Nuovo decreto Covid varato ieri in CdM

Ieri sera, dopo una lunga discussione in Consiglio dei Ministri, e’ stato varato il nuovo decreto di contenimento delle infezioni da Sars Cov2. Nonostante alcuni schieramenti, tra i quali la Lega, avrebbero auspicato misure meno restrittive, Draghi si e’ imposto e nei punto sotto riportati ricapitoliamo le decisioni che sono state prese e che sono valide dal 26 Aprile al 31 Luglio compreso:

1- Il Coprifuoco rimane alle ore 22 fino al 1 Giugno, ma alla fine di Maggio ci sara’ una valutazione per una delibera tesa alla eliminazione se le condizioni lo consentiranno in base ai dati epidemiologici

2-Scuola: dal 26 Aprile fino alla fine dell’anno si torna a scuola in classe anche nelle scuole superiori (secondarie di secondo grado). La presenza e’ garantita nelle zone rosse dal 50% al 75%, mentre nelle zone gialle ed arancioni sara’ aumentata dal 60 al 70%. Nelle zone rosse dovrà’ essere specialmente favorita la presenza degli alunni del primo anno.

3-Green Pass: saranno rilasciate certificazioni verdi dagli stati membri della Unione Europea in base alla vaccinazione ottenuta oppure al test molecolare effettuato, avranno una scadenza di 6 mesi dalla fine del ciclo di vaccinazione la prima oppure 48 ore la seconda e saranno valide su tutto il territorio della Unione Europea. Sara’ valido anche per circolare tra le regioni Italiane di colore diverso. Il certificato sara’ valido 6 mesi anche per chi si e’ ammalato di Covid ed e’ guarito.

4-Cinema, sale concerto e Teatri: massimo 500 spettatori al chiuso e 1000 all’aperto con occupazione massima al chiuso del 50%.

5-Eventi sportivi: Sara’ possibile autorizzare eventi sportivi anche prima del primo giugno valutando di volta in volta le caratteristiche del sito e dell’evento, rimane il limite, come per le manifestazioni culturali di cui sopra, di 500 partecipanti al chiuso e di 1000 all’aperto.

6-Tagliando al decreto: sara’ effettuata una verifica delle situazioni epidemiologiche a meta’ Maggio e saranno eventualmente prese delle iniziative in modifica del decreto appena approvato.

Come abbiamo scritto in apertura dell’articolo, Ieri c’e’ stata una lunga opposizione nel governo da parte della Lega, per la richiesta di spostare alle 23 la scadenza del coprifuoco, ma il Premier Draghi si e’ imposto. Sono stati favorevoli invece i ministri 5S, Pd, Leu. Rimane confermato il No ai ristoranti al chiuso almeno fino a fine Maggio. Alcuni Sindaci, tra i quali quello di Roma Capitale, hanno annunciato che saranno create delle zone isole pedonali nelle zone centrali, per consentire ai ristoranti che non hanno spazi esterni, di riaprire almeno con il servizio esterno in strada.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments